FAMILLES POUR TOUS

Venerdi 24 ottobre 
dalle ore 20.00


Il Milk Center
in collaborazione con Agedo (Associazione di Genitori di Omosessuali)
e Gruppo Genitori Rainbow
presentano:


FAMILLES POUR TOUS
Ne parleremo alle ore 20 con Elena de Rigo (Presidente Agedo Triveneto), l'associazione nazionale che da tanti anni organizza i genitori di persone omosessuali e transessuali, e con Ermanno Marogna, counselor e coordinatore del Gruppo Genitori Rainbow di Verona, che ogni due mercoledi al mese si ritrova al Milk Center.

UNA SERATA SPECIALE APERTA A TUTT*ORE 21: Ricco Buffet (contributo: 5 euro escluso bevande), il contributo serve per sostenere la serata!

CARAMEL

Venerdì 17 Ottobre 2014
Serata di Cinedibattito con il film

CARAMEL

Ore 20 Apericinema
Ore 21 Proiezione e a seguire dibatttito
Ogni giorno i notiziari ci portano a conoscenza della situazione drammatica che da tempo c'è in Medio oriente e nei paesi del Nord Africa. Una quotidianità fatta di guerra, rivoluzioni, profughi, persecuzioni e religioni che controllano l'intera esistenza delle persone. In questa difficile realtà, dove spesso le prime vittime sono le donne e le persone lgbt (Lesbiche, gay, Bisessuali e Transgender) c'è anche chi resiste e vuole guardare al futuro con dignità ed orgoglio nonostante tutto.
Il MILK Center di Verona vuole dedicare una speciale serata di cinema e dibattito a tutte e tutti loro ed in particolare ad Helem, la prima organizzazione LGBTQI del mondo arabo, che ha appena compiuto 10 anni.
L’organizzazione ha sede a Beirut, dove vivono, lavorano e amano le donne protagoniste di:

Caramel
un film di NADINE LABAKI
Tre donne gestiscono un salone di bellezza e ognuna di loro ha un problema d'amore diverso: Layla ama un uomo sposato; Nisrin è promessa a Bassam ma non è più vergine; Rima indossa sempre i pantaloni ed è attratta dalle donne. E ci sono le clienti del salone, Siham, che apprezza le attenzioni di Rima; Jamale, che è divorziata e teme di non piacere più agli uomini; e poi la vicina, l’anziana sarta Rose, che dopo aver dedicato la sua vita alla sorella maggiore, Lili, affetta da demenza, scopre per la prima volta l’amore. Storie semplici di donne che si confrontano con amori proibiti, il rispetto delle tradizioni e l'avanzare dell'età, in una Beirut per una volta non dipinta come teatro di scontri ma come una città viva, dove le persone affrontano i problemi della vita di tutti i giorni. Un film dal sapore dolece-amaro, come lo zucchero e il limone con cui è fatto il caramello, utilizzato nel salone di bellezza per fare la ceretta. Caramel (Sukkar Banat) è un film libanese del 2007; doppiato in italiano.

PER LA LEGA LE FAMIGLIE NON SONO TUTTE UGUALI

PER LA LEGA LE FAMIGLIE NON SONO TUTTE UGUALI:

Comunicato stampa delle associazioni e dei gruppi LGBTQI del Veneto

Nelle prossime settimane la Lega Nord ri-presenterà in Consiglio Regionale una mozione che impegna la Giunta ad individuare una data per celebrare la "Festa della Famiglia Naturale, fondata sull’unione tra uomo e donna”.
Nulla da eccepire, se non fosse che il testo contiene, in realtà, affermazioni gravemente discriminatorie - sin dal titolo - e colpevoli di vera e propria disinformazione sul ddl Scalfarotto per il contrasto all’omotransfobia, sulla strategia dell’UNAR contro le discriminazioni e su altre delicate questioni oggetto di discussione negli ultimi mesi in Italia.
I consiglieri leghisti, ignorando la realtà dei fatti che vede una società multiforme e di certo non standardizzata, forzano l'assegnazione di etichette alle famiglie del Veneto, considerandone alcune come “naturali” e relegando tutte le altre, come ad esempio quelle composte da un solo genitore e dal proprio figlio, a subire il peso dell'etichetta di “innaturali”.
Allo stesso tempo, tra le premesse del testo in oggetto, leggiamo che “le istituzioni devono provvedere allo stanziamento di pubblici sussidi al fine di garantire ai genitori un’effettiva libertà” di scelta della scuola per i propri figli; il che significa che la Regione Veneto dovrebbe finanziare maggiormente le scuole private, richiesta davvero infelice in un momento così difficile per la scuola pubblica.

Due incontri sull'identità transgender - 2 Ottobre - Università di Verona

DUE INCONTRI SULL ’IDENTITÀ TRANSGENDER 
2 ottobre 2014 – Università degli Studi di Verona 

INIZIATIVA ORGANIZZATA IN OCCASIONE DELL’APPROVAZIONE DEL DOPPIO LIBRETTO UNIVERSITARIO / ALIAS PER STUDENT* TRANSGENDER 

ORE 11.00 SALA RIUNIONI DIPARTIMENTO TESIS / PALAZZO DI LINGUE E LETTERE, TERZO PIANO)
VIA SAN FRANCESCO 22 

VERONA Prof. Marzio Barbagli 
Storia di Caterina che per ott’anni vestì abiti da uomo 
(il Mulino, 2014)
Introducono e presentano Prof. Gian Paolo Romagnani e Prof.ssa Paola Di Nicola Caterina Vizzani per otto anni si era finta uomo per poter seguire, al riparo di un’identità maschile, la sua allora illecita inclinazione per le donne. Prendendo le mosse dal racconto di questo caso il libro traccia la storia dell’amore fra donne durante gli ultimi tre secoli: di come è stato vissuto ma anche di come è stato interpretato e giudicato dalla religione, dalla scienza, dal diritto. 

ORE 17.30 AULA 2.2 / PALAZZO DI LINGUE E LETTERE, SECONDO PIANO VIA SAN FRANCESCO 22 – VERONA 

Prof.ssa Anna Lorenzetti 
Diritti in transito. La condizione giuridica delle persone transessuali 
(FrancoAngeli, 2013) Interverranno Prof.ssa Alessandra Cordiano e Laurella Arietti del Servizio Accoglienza Trans (VR) Il volume offre un’analisi delle questioni che il “transito”, ossia il percorso di cambiamento da un sesso all’altro, determina, in particolare, quanto al diritto alla salute, alla famiglia – e dunque alle questioni che riguardano il matrimonio e la genitorialità – e al lavoro, ambito in cui sono frequenti trattamenti discriminatori.

DIP. TESIS TEMPO, SPAZIO, IMMAGINE, SOCIETÀ _ DIP. DI FILOSOFIA, PEDAGOGIA E PSICOLOGIA _ SCUOLA DI DOTTORATO INTERATENEO IN STUDI STORICI GEOGRAFICI E ANTROPOLOGICI (VERONA, PADOVA, VENEZIA) _ DOTTORATO IN SOCIOLOGIA E RICERCA SOCIALE _ CENTRO DI RICERCA POLITESSE - POLITICHE E TEORIE DELLA SESSUALITÀ _ COMITATOUNICO DI GARANZIA _SERVIZIO ACCOGLIENZA TRANS VERONA _MILK VERONA -LGBTCOMMUNITY CENTER 

Università di Verona: Approvazione del libretto alias per le/gli studentesse/i transgender

Università di Verona: Approvazione del libretto alias per le/gli studentesse/i transgender. Un passo avanti anche nella Verona ostile ai diritti delle persone Lgbt*. La nostra Università ancora una volta, si dimostra più avanti di anni luce degli amministratori e dei politici scaligeri. 

Verona - Dopo Padova, anche Verona adotta il "doppio libretto": dal prossimo anno accademico, gli studenti che hanno avviato la procedura per cambiare sesso ma non l'hanno ancora completata (o che, pur avendola conclusa, sono in attesa di un responso dall'ufficio anagrafe) potranno avere un'identità "Alias", per scongiurare episodi imbarazzanti e umilianti. Il provvedimento, approvato all'unanimità martedì 23 settembre dal Senato accademico su richiesta del Comitato unico di garanzia, consentirà agli studenti che "rettificano" il sesso di ottenere un duplicato del tesserino universitario con un nome fittizio da utilizzare in sede di esame, ma anche in biblioteca e in tutti i contesti che richiedono l'esibizione del badge. In altre parole, se "Maria" deciderà di diventare uomo, potrà presentarsi a docenti e compagni come "Mario", coerentemente col suo nuovo aspetto. E avrà anche a disposizione un tutor, che seguirà la sua carriera universitaria in collaborazione con la Direzione didattica.

MILK Verona Lgbt Community Center

Il MILK Verona LGBT Community Center è un circolo Arci che si trova in Via Antonio Nichesola 9 a San Michele Extra (Verona )
Vedi il nostro programma su: www.milkverona.it